20141004_175401

La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.

Questo articolo, che sancisce l’uguaglianza nelle diversità, potremmo considerarlo come l’altra parte, rispetto all’art. 3 , della stessa medaglia (la Costituzione).

Questo perchè: mentre nell’art. 3 la libertà linguistica è tutelata in senso negativo (sono vietate le discriminazioni), nell’art. 6 la garanzia avviene in forma positiva (la Repubblica tutela le minoranze linguistiche).

Un esempio pratico di questa tutela lo troviamo in Trentino Alto Adige (tedesco-italiano) ed in Valle d’Aosta (francese-italiano) dove è stato riconosciuto il bilinguismo ed in Friuli Venezia Giulia (sloveno-italiano). Questo vuol dire che in tali regioni il cittadino ha il diritto di usare liberamente la propria lingua e che la P. A. (Pubblica Amministrazione) deve dotare necessariamente i propri uffici di personale bilingue.

Stampa questa notizia Stampa questa notizia

© 2014 Avv. Samantha Mendicino - powered by WEBARTSDESIGN

logo-footer

SEGUIMI SU: