foto_39

Quali sono i danni risarcibili e quali i criteri per stabilirne il quantum In linea generale colui che è responsabile di un fatto dannoso deve risarcire il danno patrimoniale ed il danno non patrimoniale subìti dal soggetto leso e/o danneggiato. LE TIPOLOGIE DI DANNO: NOZIONI BASE. Danno patrimoniale: danno di tipo squisitamente economico, consiste nelle…

Young female office worker

Può esistere il danno morale od il danno esistenziale in assenza di danno biologico?   La Cassazione Civile ha avuto modo di precisare che la assenza di un danno biologico e, dunque, di un danno alla sfera psicofisica del soggetto che ha subìto il fatto illecito, di per sè non esclude la configurabilità in astratto…

1

Le misure organizzative e disciplinari non bastano: per andare esenti da responsabilità occorre dimostrare di aver posto in essere anche misure precauzionali La Suprema Corte torna ad affrontare il tema della responsabilità civile dei maestri e dei precettori. Secondo il costante insegnamento degli Ermellini per superare la presunzione di responsabilità che, ex art 2048 c.c.,…

FxCam_1318671211489

Brevi note sui profili civilistici e penalistici della responsabilità derivante dalla detenzione di animali In tema di responsabilità per danni cagionati da animali in base all’art 2052 c.c. la responsabilità del proprietario è presunta, fondata cioè non sulla reale colpa bensì sul rapporto di fatto che l’uomo ha con l’animale. Pertanto, per i danni cagionati…

foto_11

Diversa responsabilità e conseguenze: quando l’alunno si fa male da solo e quando  fa male ad altri compagni.   Quando il minore causa un danno a terzi normalmente la responsabilità ricade sull’istituto scolastico e/o sull’insegnante. Eccezione: se la scuola riesce a dimostrare che il fatto si è verificato per caso fortuito, perchè si tratta di un…

foto_10

Quando l’alunno si fa male in gita ed è presente il genitore, la scuola non risarcisce il danno.   Una sentenza della Corte di Appello di Taranto (1) ha avuto modo di precisare che durante la gita scolastica, se il genitore dell’alunno che si è ferito è presente,  non è dovuto da parte della scuola…

blog_04

La responsabilità per i danni subìti dall’alunno al di fuori dell’edificio scolastico.   In linea di principio, il Ministero dell’Istruzione, l’istituto scolastico e l’insegnante sono responsabili per il nocumento subìto dall’alunno dal momento in cui questi è affidato alla loro vigilanza ed al loro controllo. Nasce, in virtù del ‘contatto sociale’, il dovere del docente di vigilare…

foto_48

Chi è responsabile per i danni occorsi all’alunno che cade in classe in assenza dell’insegnante?   Un alunno cade nell’aula. Secondo la tesi dell’attore, perchè il compagno gli sottrae la sedia sulla quale stava per sedersi; secondo la tesi dell’Istituto scolastico convenuto, perchè i due compagni litigavano nel contendersi la citata sedia. Ebbene, gli Ermellini ‘tagliano…

foto_02

Pallonata sul viso dell’alunno durante una partita di calcio: quid iuris? La risposta sembrerebbe scontata: dell’insegnante che non ha vigilato sugli alunni! Ed invece non è così. La Cassazione ha mandato esente da responsabilità insegnante e scuola perchè la circostanza che uno studente si faccia male nel corso di una partita di pallone che non sia, in…

foto_08

L’amministratore non ha una posizione di garanzia  per la maleducazione dei condomini o dei visitatori dello stabile.     La pronuncia trae spunto dall’azione esercitata da un condòmino che pretendeva il risarcimento dei danni subìti dalla asserita mala gestio del proprio amministratore. L’uomo lamentava che il condominio fosse ‘un porto di mare‘ a causa del portone sempre…

© 2014 Avv. Samantha Mendicino - powered by WEBARTSDESIGN

logo-footer

SEGUIMI SU: