foto_30

Non c’è violazione del divieto di indagare sui dipendenti da parte del datore di lavoro quando le investigazioni private si rivolgono all’accertamento dell’uso illegittimo dei permessi della 104/92   Se un dipendente, durante i permessi che gli sono consentiti dal datore di lavoro per la legge 104 al fine di assistere una persona familiare che…

3d white people team assemble puzzle

Il giudice amministrativo precisa che una associazione riconosciuta, che non abbia patrimonio adeguato alle proprie finalità, non può esistere La pronuncia (1) prende spunto dalla seguente vicenda: il prefetto di Pordenone, all’esito di una istruttoria con ampia partecipazione procedimentale di una associazione riconosciuta, ne disponeva la cancellazione dal registro delle persone giuridiche fondando la propria decisione…

Bangkok city night view

E’ da condannare il comportamento dell’amministratore di una società che, in spregio al dovere di diligenza, chiude una vertenza transattivamente con lodo arbitrale. La pronuncia (1) trae origine dalla condanna di un amministratore unico di una società al risarcimento dei danni prodotti da questi all’ente a seguito della stipula di una transazione con la controparte…

società2

La firma della procura deve essere leggibile e, quanto meno, contenere la specifica della carica rivestita dal sottoscrittore in seno alla società   La pronuncia della Cassazione prende le mosse dalla seguente vicenda: esisteva agli atti un mandato alle liti sottoscritto dal legale rappresentante di una società in modo, però, non leggibile. Vi era più…

società1

La riforma con la Legge Europea 2013 bis   La Società Tra Avvocati (forse) eviterà all’Italia il procedimento di infrazione dinanzi alla Corte di Giustizia U.E. per la non corretta applicazione della Direttiva Comunitaria sulla disciplina delle società tra avvocati. In sintesi queste le novità: – la ragione sociale, che dovrebbe permettere l’esercizio in forma…

businesspeople in office

Sanzionata la società in base alla normativa del Codice del Consumo per non aver correttamente e preventivamente informato i clienti sui prodotti in vendita, con una prassi commerciale illegittima. L’ente si difende adducendo che la responsabilità amministrativa è personale e, quindi, non applicabile alle persone giuridiche   La vicenda giudiziaria nasce allorquando l’Autorità Garante della Concorrenza…

© 2014 Avv. Samantha Mendicino - powered by WEBARTSDESIGN

logo-footer

SEGUIMI SU: