IMG-20140610-WA0000

Anche se esiste concorso di colpa, il condominio deve risarcire il danno

 

La sabbia e gli altri detriti presenti sul viale comune, derivanti dall’esecuzione di lavori all’interno dello stabile, anche se esistenti da diverso tempo e, dunque, rappresentanti circostanza nota ai proprietari degli immobili, non esimono il condominio dal risarcire il comunista (inteso come partecipante alla comunione) che subisce lesioni.

Il caso è quello di una bambina che, accompagnata dal papà durante una gita in bicicletta nel viale condominiale,  cade a terra a causa dei detriti di risulta da lavori edili.

Ebbene, il Tribunale di Nola, in composizione monocratica, pur ravvisando la presenza di una corresponsabilità del creditore (la piccola lesa e, soprattutto, il di lei papà) al risarcimento dei danni ex art. 1227 c.c., con conseguente riduzione dell’importo risarcitorio, ha condannato per responsabilità oggettiva il condominio.

Stampa questa notizia Stampa questa notizia

© 2014 Avv. Samantha Mendicino - powered by WEBARTSDESIGN

logo-footer

SEGUIMI SU: