TotallyFreeImages.com-380829-Standard-preview lavoro

 

I ticket restaurant sono garantiti al lavoratore anche se questi presti attività nella pausa pranzo

 

Risale a qualche mese fa la più recente pronuncia degli Ermellini sul diritto dei lavoratori ai cd. buoni pasto anche quando il proprio turno di lavoro si svolga durante o prima o dopo la pausa pranzo.

La pronuncia prende le mosse dal ricorso presentato dalla società ‘Rete Ferroviaria S.p.A.’ avverso la sentenza che confermava il diritto del proprio a vedersi riconosciuti il controvalore dei buoni pasto di circa € 300,00.

E, per voler chiarire in modo ancora più sintetico la decisione della Cassazione, il principio è:

-che si deve riconoscere il diritto ai ticket sia nell’ipotesi in cui il lavoratore presti la propria attività durante la fascia oraria della pausa pranzo; sia nel caso in cui questi, impegnato sul posto di lavoro e terminato il proprio turno abbia dei tempi di percorrenza ufficio-casa tali da non consentantirgli di raggiungere la propria abitazione entro la fine della citata fascia oraria di pausa.
(Cass. Civ., Sez. Lavoro, sent. n. 22702/2014)

Stampa questa notizia Stampa questa notizia

© 2014 Avv. Samantha Mendicino - powered by WEBARTSDESIGN

logo-footer

SEGUIMI SU: