©Fotografia-Per gentile concessione del Dr. Guido Catanese

Se esiste una richiesta di esibizione o consegna di documenti da parte del giudice all’investigatore privato, atti capaci di svelare segreti professionali, cosa è possibile opporre?   La questione si collega strettamente all’articolo Fonti confidenziali dell’investigatore: lo ius tacendi e le conseguenze. In breve, l’art. 256 c.p.p. (1), parallelamente all’art. 200 c.p.p. (2), stabilisce l’obbligo…

foto_23

Il silenzio sulle fonti confidenziali da parte del detective privato L’argomento giuridico risulta delicato e complesso. Tuttavia, l’importanza che assumono le conseguenze pratiche derivanti dal rifiuto o, al contrario, dalla delazione della fonte confidenziale esige l’inizio di una trattazione (anche se breve, certamente non esaustiva e che richiederà altri approfondimenti) affrontata ed esposta, quanto meno,…

©Per gentile concessione del Dr. Guido Catanese-CosenzaIsBeautiful

Illeciti in azienda, conferimento incarico ad investigatore privato e licenziamento del dipendente E’ lecito che il datore di lavoro affidi l’incarico ad un agente 007 di indagare sulla perpetrazione di illeciti potenzialmente commessi dai propri dipendenti. E, del pari, è lecito il licenziamento che fa seguito alle risultanze delle investigazioni private laddove queste risultino a…

© 2014 Avv. Samantha Mendicino - powered by WEBARTSDESIGN

logo-footer

SEGUIMI SU: